Come Smettere di Rimandare e Iniziare ad Agire





Non tutti si rendono conto o non vogliono ammettere di rimandare in continuazione le cose da fare. Cose anche importanti e urgenti che richiedono una certa azione immediata. 

In questo articolo vedremo anche cosa è che ci fa rimandare in continuazione, come capire se stiamo rimandando e soprattutto come smettere di rimandare ed iniziare ad agire!


Adesso vedremo finalmente come smettere di rimandare e iniziare ad agire subito, ma prima vediamo come rendersi conto di essere dei procrastinatori. Se anche tu ti rivedi in queste cose, allora rassegnati alla triste realtà :)

Cosa ci fa rimandare

Sostanzialmente sono 3 le cose che ci fanno rimandare:

  • Paura: dell'ignoto, di ciò che potrebbe accadere se fallissimo o anche paura del successo e di ciò che comporterebbe (responsabilità maggiori ecc.)
  • Zona di comfort: la nostra zona di comfort ci dice di non provare cose nuove, di rimanere dove siamo e di non osare, ma questo non deve accadere ad una persona che vuole grandi cose, che vuole soddisfazioni dalla vita, benessere e felicità. Per approfondire la zona di comfort  ti consiglio di leggere questo articolo: Zona di Comfort: perché ti danneggia
  • Dubitare di noi stessi: delle proprie capacità, pensare che gli altri siano migliori, che noi non siamo capaci di portare a termine qualcosa o che non siamo all'altezza in termini di abilità, conoscenze, esperienza ecc.

Come capire se stai rimandando 

  • Vaghi su internet e sui social network senza meta: Se ti ritrovi a fare "refresh" alla tua home di Facebook molto spesso aspettando qualcosa di interessante allora stai rimandando le cose più importanti. Se ti ritrovi a controllare continuamente l'email aspettando chissà quale spam che ti annuncia che sei il visitatore numero 9.999.999 e hai vinto una Maserati, allora stai rimandando. Se mandi messaggi frivoli a tutta la rubrica del cellulare con scritto "ciao che fai di bello?", allora stai rimandando.

  • Passi le ore davanti alla TV: Se passi le tue giornate sul divano davanti alla TV a cercare qualcosa di interessante, qualche pettegolezzo o altre cose poco produttive allora oltre che annoiarti (ricordati che la prima causa della tristezza è la noia, vedi il perché QUI) allora stai rimandando i tuoi impegni.
  • Dedichi poco tempo alle attività : E molto di più alle pause, alle chiacchierate, alla pausa caffè, pranzo, in giro per bar, locali ecc.
  • Aspetti il momento giusto: Aspetti che succederà una determinata cosa per darti da fare. Ricordati che il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo e non dobbiamo sprecarla con attività futili.

Vediamo adesso insieme delle tecniche per smettere di rimandare e iniziare ad agire.

11 Cose da fare per smettere di rimandare

1. Fai un piano di azione

O meglio un obiettivo ben formato. Tutto comincia dal fatto che non si sa esattamente cosa fare e i passi da seguire. Le persone hanno una vaga idea delle cose che devono e/o vogliono fare ma non lo sanno definire in maniera corretta. Questo porta confusione e disorientamento e quindi all'inazione. 

2. Fai una to-do list 

Una to-do list è semplicemente una lista delle cose da fare giorno per giorno, ora per ora, mese per mese e persino anno per anno. Le persone abituate ad agire hanno una to-do list efficace, una lista di tutte le attività da svolgere, elencate in ordine di importanza e con le rispettive scadenze.

3. Elimina dal tuo vocabolario queste frasi 

Elimina tutte le frasi che iniziano con "Comincerò quando...", "Inizierò non appena...". e tutte quelle simili perché queste non producono niente di buono anzi, inviano al cervello scuse per continuare a rimandare.

4. Scomponi in sotto-problemi

Molte volte si rimanda "semplicemente" perché il problema è troppo grande e complicato per essere affrontato tutto in una volta. L'idea di base è quella di scomporre in sotto-problemi e quindi più facili e veloci da portare a termine. Anche in questo caso, fare una to-do list è molto efficace.

5. Decidi da dove iniziare

Dopo aver scomposto in sotto-problemi, decidi con cosa vuoi iniziare. Ci sono persone che vogliono prima fare le cose difficili e più impegnative per poi lasciarsi le cose facili alla fine così da rilassarsi. Ci sono invece persone che per iniziare a "carburare" devono iniziare con qualcosa di facile. Se sei uno studente e devi studiare un capitolo nuovo, puoi per esempio preferire iniziare ripassando o facendo lo schema della lezione precedente così da sentirti più motivato a cominciare.

6. Mantieni l'ambiente ordinato per risparmiare tempo

Molte persone rimandano le cose da fare perché si lasciano demoralizzare da un ambiente troppo disordinato e caotico e non sanno da dove cominciare. Il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo, non sprecarla cercando appunti, documenti , penne, matite, libri ecc. Ottimizza il tuo spazio e luogo di lavoro e ottimizzerai il tuo tempo oltre ad avere anche le idee più ordinate. Per approfondire leggi il mio articolo: Studiare e lavorare  meglio

7. Non fare il perfezionista

Non aspettare che tutto sia perfetto perché ogni minuto che passa qualcosa cambia e se aspetti il momento giusto, probabilmente non arriverà mai. Datti quindi da fare subito con le risorse che hai adesso a tua disposizione. Cerca qualcosa da fare subito senza più rimandare e trovare scuse.

8. Credi in te

Se non credi di farcela non ce la farai di certo e quindi è di fondamentale importanza avere fiducia nelle tue potenzialità e capacità. Non paragonarti agli altri, a quello che fanno o hanno fatto perché ogni persona ha capacità e potenzialità diverse e non devi fare le cose in base alle aspettative degli altri. Decidi cosa vuoi fare e fallo ora con piena fiducia in te stesso.

9. Fatti un regalo

Ricordati sempre di premiarti quando hai realizzato qualcosa. Promettiti che quando porterai a termine quel lavoro, quel capitolo, quell'obiettivo, ti farai un bel regalo perché te lo sei meritato. Non aspettare i complimenti dagli altri e la loro riconoscenza dei tuoi sforzi, sei tu la persona più importante per te e quindi fatti dei regali e premiati. Da' molta soddisfazione e motivazione ad agire e portare a termine le cose.

10. Fatti aiutare...e aiuta

Se puoi, chiedi aiuto, dì a qualcuno a te caro che vuoi smettere di rimandare e iniziare ad agire. Chiedi a quella persona di aiutarti e di ricordarti che devi darti da fare ogni volta che stai rimandando o stai vagando senza meta. Farsi aiutare non è un segno di debolezza, ma di intelligenza perché risparmi tempo ed energie che sono veramente preziose. Non dimenticare però di ricambiare e aiutare a tua volta quella persona!

11. Fai il primo passo

E' arrivata l'ora di darsi da fare. Abbiamo detto che nessun piano può essere realizzato se non ci si dà da fare e l'unico modo è quello di iniziare subito, adesso, senza più rimandare. Fai qualcosa che ti dia l'input giusto e che ti faccia capire che finalmente hai smesso di rimandare e hai cominciato a realizzare ciò che desideri.

A volte per iniziare basta davvero poco: se per esempio devi fare attività fisica, puoi vedere dei video motivazionali (ne ho raccolto 5 per te QUI), oppure se vuoi alzarti la mattina motivato puoi leggere e ripetere delle frasi motivazionali (alcune le trovi QUI e QUI).


Bene, da adesso non sei più una persona che rimanda le cose ma sei una persona che si dà da fare e che porta a termine i suoi impegni. Adesso, che hai finito di leggere questo articolo puoi lasciarmi un breve commento con le tue impressioni e pareri, con i tuoi consigli o approfondimenti e poi finalmente darti da fare.
Nel prossimo articolo vedremo invece con realizzare una to-do list efficace per portare a termine tutti i nostri impegni :)

Risorse per approfondire:


Basta chiacchiere! E' ora di agire!


10 regole per imparare a gestire il tempo


Come essere produttivi

22 commenti:

  1. La procrastinazione è il male assoluto! Ottimi i rimedi che hai esposto, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio,
      E' un piacere averti qui sul mio blog. Grazie mille del commento!
      A presto!
      I.A.Palmaccio

      Elimina
  2. È vero! La causa principale dell' inazione è non avere chiaro il proprio obiettivo e non saper organizzare il proprio tempo. Grazie di questi consigli, li metteró in pratica da subito!
    Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauro, grazie del commento.
      Sono contento ti sia stato utile e spero che sia utile anche a molti altri. Darsi da fare immediatamente e organizzare le proprie attività e priorità è tutto ciò che bisogna fare per smettere di rimandare... Non c'è altra strada.
      Grazie ancora,
      I.A.Palmaccio

      Elimina
  3. non sempre è cosî facile come dici dipende anhe dalle cose che si devono portare a termine e non tutto dipende solo da noi. Chi ha bambini piccoli come me puô capirmi. ciao Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisa, innanzi tutto grazie di aver letto il mio articolo e di esserti soffermata a commentare.
      Hai ragione, purtroppo non sempre è cosi facile tenere fede a tutti gli impegni, molte volte infatti ci sono altre priorità (che dobbiamo rispettare) da portare a termine.
      Ma in un certo senso, questo fa di te una persona che si da da fare, che non rimanda e che sa' perfettamente cosa va' fatto prima e va' fatto assolutamente.
      Poi, con un poco di organizzazione e aiuto si possono fare anche le cose per se stessi, per i propri successi e migliorare la propria vita.
      Ripeto, sai già come si fa a smettere di rimandare e sei un grande esempio per tutti!
      Un caro saluto,
      I.A.Palmaccio

      Elimina
  4. perché solo io mi sento frustata da questo post? a ) perché ci rifletto, e lo sai che è così, e mi trovo con molte più paure di quelle che credevo, dubito di me stessa, specie se effettivamente non vedo risultati concreti,perché sulle cose quotidiane, non perdo tempo, ma su i miei desideri su me stessa, se da una parte mi insegno, dall'altra mi inchiodo al non evolvere?? è mai possibile? per il punto 11 , mi soffermo, per me è un pò difficile , realizzare ciò che desidero, io sto facendo ancora i conti su me stessa... consigli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziana, è sempre un piacere darti consigli che spero possano essere utili anche per gli altri.
      Iniziamo per ordine:
      1) E' normale avere paura, scoraggiarsi e dubitare di se stessi e il primo pensiero è quello di pensare: Non ho combinato niente di buono.
      Consiglio: Prenditi una ventina di minuti, un bel foglio bianco e una penna. Scrivi in grande sopra al foglio: I MIEI SUCCESSI. Ora pensa a tutto ciò che hai realizzato fino adesso, pensa al tuo passato, alle cose più piccole e scrivile. Ogni cosa è importante scrivi tutto ciò che ti viene in mente senza tralasciare niente. Dopodiché rileggilo almeno due volte al giorno (mattina appena sveglia e la sera prima di andare a dormire) fallo per più tempo che puoi.
      2) A volte si abbassa un poco la nostra autostima e i motivi sono veramente tanti. Il primo passo allora è quello di cominciare a piacersi
      Consiglio: La mattina passa un po di tempo davanti allo specchio, ripeti "mi piaccio, mi piaccio mi piaccio con un bel sorriso. Fallo piu tempo che puoi e vedrai miglioramenti incredibili.
      3) I propri desideri bisogna conoscerli e trasformali in obiettivi ( sto scrivendo proprio adesso il prossimo post che parlerà di come formare correttamente un obiettivo affinché sia raggiungibile.
      Non voler evolvere è dovuto alla paura del cambiamento (rileggi il mio articolo sulla paura di cambiare e fai gli esercizi) cioè alla nostra zona di comfort che lotta per farci rimanere dove siamo e come siamo (leggi anche: "la zona di comfort: che cosa è e come ti danneggia" su www.vitalibera.it).
      La paura dell'ignoto è una cosa istintiva (la paura di tutto è sempre la morte e la nostra mente pensa sempre al peggio quando c'è una situazione nuova e sconosciuta) Una volta che avremo fatto il primo passo la nostra mente diventerà piu positiva e ti incoraggerà al cambiamento.
      Ti invito quindi a seguire questi consigli, a leggere e approfondire con gli articoli che ti ho consigliato.
      Fammi sapere come va!
      Buon tutto
      Aurel Palmaccio (Counselor Professionale)

      Elimina
  5. Ciao Aurel, confermo che la zona di comfort è quella che ti limita in tutto. Ti impedisce di darti da fare e smettere di rimandare. Sempre meglio rischiare anche un poco però almeno non ci si pente di nulla. Grazie per i tuoi preziosi consigli! Ti auguro una buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! L'importante è non avere rimorsi e non trovarsi a rimpiangere quello che si poteva fare. Ci vuole forza di volontà, coraggio e tanta forza. "Smettere di rimandare!" questa è la parola d'ordine :) Continua così! Se un ottimo esempio!
      Buone cose,
      Aurel Palmaccio

      Elimina
  6. Ciao sono francesco. È molto bello quello che scrivi in questo articolo pero io non riesco a trovare le forze per darmi da fare. A volte vorrei fare tante cose ma mi sento sempre stanco sopratutto fisicament eppure mangio tanto e le forze non mi dovrebbero mancare. Come posso fare anche io a darmi da fare? Ciao grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco,
      E' un piacere averti sul mio blog.
      Il tuo è un problema comune a molti e le cause possono essere diverse. Quello che posso dirti con certezza è sicuramente che, escludendo problemi gravi, il tuo problema è legato alle tue abitudini. Nel blog trovi un articolo interamente dedicato ai passi da seguire per creare una nuova abitudine in pochi passi.

      Soffermandoci su ciò che hai detto tu, la risposta è un po' paradossale. Chi mangia tanto non ha davvero più forze. Di più, nel caso specifico del mangiare, non vuol dire meglio. Per questo una corretta alimentazione ci da la giusta energia e carica. Molti degli alimenti che mangiamo (pane, pasta, carne ecc) in realtà necessitano di molta energia per essere digeriti che alla fine ne consumano di più di quanto ne diano al corpo.

      Ne consegue che la digestione sarà lenta e laboriosa (la carne resta nel corpo ben oltre le 3 ore di cui si parla solitamente) e questo è il motivo per il quale dopo i pasti ci si sente abbattuti e assopiti.

      Quello che ti posso consigliare, secondo molti studi ma anche secondo esperienza personale, è di prediligere colazioni poco pesanti (preferisci i succhi al latte e cornetto) il pomeriggio fai uno spuntino con lupini, semi vari e frutta e ai pasti principali mangia legumi, cereali, verdure ecc.

      La frutta è sempre l'alimento migliore perché viene digerita in meno di mezz'ora e dà all'organismo la forza necessaria. Fai attenzione ai corretti abbinamenti dei cibi e vedrai che recupererai le forze e anche tu potrai finalmente smettere di rimandare e iniziare ad agire :).

      Poi ci sono anche altre abitudini come il sonno, il rilassamento, la gestione dello stress ecc, ma in questo caso mi sono concentrato solo su ciò che mi hai chiesto.

      Grazie mille del commento e in bocca al lupo,
      Aurel Palmaccio

      Elimina
  7. molto bello questo articolo e molto ben spiegate le istruzioni..
    Stamattina ripensavo al tuo consiglio di fare una lista delle cose da fare e ho deciso che proverò a farla per un progetto che ho in mente, ma ho anche realizzato che probabilmente non ci credo abbastanza e questa nuova consapevolezza in me, mi fa capire in cosa devo lavorare.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Avere un progetto ambizioso è molto bello perché se si pensa a quando si sarà raggiunto quell'obiettivo ci si sente davvero "vivi". Se senti questa sensazione di bellezza interiore, se ti si illuminano gli occhi a pensarci e ti dici: "quanto sarebbe bello fare/avere quella cosa", allora è un progetto che vale la pena di seguire.

      Questi sono anche gli obiettivi più difficili ed è giusto che sia così. Quanto lo vuoi veramente? La risposta a questa domanda ti darà la forza giusta di iniziare e darti da fare. Se vuoi veramente questa cosa non sarà difficile per te smettere di rimandare ed iniziare ad agire.

      Comincia con la lista, contattami e la possiamo fare insieme passo passo e definire dei mini-obiettivi. Leggi anche l'articolo La tecnica dell'obiettivo ben formato

      Tienimi aggiornato,
      Aurel Palmaccio

      Elimina
  8. Mi viene un pò da ridere perchè io in realtà, di solito, ho il problema esattamente opposto, essendo ansiosa, vorrei risolvere sempre tutti i problemi subito, all'istante, però non nego che ci sono problemi e problemi, davanti a qualcosa che mi spaventa sul serio e di cui temo le conseguenze seriamente, che possa essere un proposito o una decisione particolarmente importante, anch'io tendo a rimandare e soprattutto a rimanere nella zona di confort, che in un certo qual senso, rappresenta rispetto ad eventuali pericoli a cui potrei andare incontro, decidendo dei cambiamenti, mi protegge , mentre il cambiamento potrebbe portare a conseguenze positive, ma anche profondamente dolorose per me; lì ritengo che la cosa migliore, sia solo fare dei passi molto prudenti e ponderati per evitare di fare il salto più lungo della gamba come si suol dire ; grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia,
      Il tuo è un "problema" davvero molto comune e credo che tutti ci siamo passati per questa fase. La voglia di realizzare tutto subito è giusta ed umana perché vorremmo vedere i risultati immediatamente ma dietro ogni cosa grande c'è un lavoro, attento, ben curato e duraturo.

      Smettere di rimandare e rimanere bloccati nella zona di comfort può essere davvero distruttivo per i nostri sogni.
      Hai letto l'articolo che parla di come superare la paura di cambiare e realizzare i propri sogni? Lo puoi trovare QUI.

      Per quanto riguarda la zona di comfort ti consiglio di approfondire leggendo: Esecizio per individuare le zone di comfort. Uscire da questa zona richiede impegno ma non è difficile se si ha una grande forza di volontà e si è audaci.

      Non ti arrendere,
      Aurel Palmaccio

      Elimina
  9. Ottimo!

    Complimenti auriel

    Lorenzo Pilloni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorenzo,
      Grazie di esserti soffermato a leggere questo mio articolo. Nel caso tu voglia passare di nuovo per lasciare qualche altro suggerimento su come smettere di rimandare ed iniziare ad agire, sarò lieto di includerlo nell'articolo.

      Buon tutto,
      Aurel Palmaccio

      Elimina
  10. L'articolo è molto bello e ben fatto, ma se non si hanno obiettivi e scopi nella vita?

    RispondiElimina
  11. Ciao! Intanto grazie mille per il commento,
    Allora, quello che hai scritto contiene in realtà davvero tante domande. Prima di tutto, per aver degli obiettivi bisogna ritrovare se stessi e cominciare ad avere le idee chiare su cosa si desidera nella vita.
    Ti posso solo dire che non esiste persona che non ha scopi o obiettivi nella vita.
    Esistono solo obiettivi oscurati dal pessimismo, dalla quotidianità e dalla routine.
    Ti consiglio di sfogliare un po il blog e potrai trovare davvero tanti spunti.
    Leggiti più volte questo articolo su come smettere di rimandare e comincia a fare qualcosa subito! Non aspettare niente e nessuno. Solo iniziando avrai la forza di proseguire per la strada della felicità.

    Buon tutto,
    Aurel Palmaccio

    RispondiElimina
  12. Ma questo post è bellissimo! Complimenti Aurel, hai esposto l'argomento in maniera ottimale dando anche soluzioni pratiche a differenza di chi si limita a elencare e dire sempre le solite cose! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto Francesco,
      I tuoi commenti sono davvero graditi e mi fa davvero piacere questo post sia piaciuto cosi tanto a te e agli altri. Se hai altri suggerimenti su come smettere di rimandare, scrivi pure!

      Grazie ancora,
      Aurel Palmaccio

      Elimina

Lascia qui il tuo commento!