Attacchi di Ansia: Come Imparare a Controllarli



L'ansia è un problema davvero comune e, anche se molte persone hanno imparato a conviverci, capita ancora che all'improvviso si sperimenti un attacco di ansia o panico dove tutto sembra offuscato e senza uscita. In questo stato è davvero difficile sia ragionare lucidamente che vedere le cose come stanno realmente. Quando si hanno attacchi di ansia si vede tutto alterato e nel peggior modo possibile, ecco perché è importante imparare a gestire l'ansia e riprendere subito il controllo delle proprie emozioni.


Come imparare a controllare gli attacchi di ansia

1. Rallenta nonostante tutto sembra accelerare

Quando l'ansia ci colpisce, ad un tratto tutto sembra accelerare sia al nostro interno che all'esterno. Per esempio, quando ci troviamo di fronte ad attacchi di ansia, il nostro battito cardiaco accelera e il nostro cuore batte più forte, cominciamo a respirare più affannosamente, tremano le mani e il cervello corre all'impazzata alla ricerca dello scenario peggiore. Quando capita questo, rallenta subito e fai un'attività rilassante immediatamente perché altrimenti finirai in un vortice dal quale sarà davvero difficile uscire. Puoi, per esempio, accendere la radio e sentire una bella canzone, mettere un video o guardare qualche scena dei tuoi film preferiti su youtube, puoi andare a correre, uscire a prendere un poco di aria, chiamare un amico e fare una bella chiacchierata. Questo ti aiuterà a distogliere per un attimo l'attenzione dall'ansia e a ragionare in modo meno catastrofico. Pensa che è solo un momento passeggero, se non le darai spazio per espandersi, rimarrà circoscritta e per te sarà molto più facile gestire e controllare l'ansia.
Non nutrire la tua ansia!

2. Concentrati sul momento presente

Il più delle volte, concentrarti sul momento presente ti salverà dalle grinfie della tua ansia. Quando ci agitiamo saltiamo da un tempo all'altro, dal passato al futuro senza rimanere con i piedi saldi su dove siamo ora. Qualunque cosa tu stia facendo, prendi il controllo della situazione e parla con te stesso sottovoce, o ad alta voce se ne hai la possibilità. Se stai mangiando e senti la tua ansia aumentare per qualcosa che dovrai fare dopo, concentrati su ciò che stai facendo ora dicendo: "Sto mangiando, sono a tavola, sono seduto e sto guardando la Tv". In questo modo riuscirai a bloccare l'ansia sul nascere in quanto gli stati ansiosi tendono ad aumentare quando si nutrono pensieri proiettati  in un tempo diverso dal presente come per esempio nel futuro quando si è preoccupati per qualcosa che potrebbe accadere.
Pensa a cosa sta accadendo ora piuttosto a cosa accadrà in futuro

3. Scopri la paura nascosta

Molte volte uno stato d'ansia insorge a causa di una paura nascosta. La paura più comune è quella di perdere qualcosa che si possiede come i soldi, il lavoro, l'amicizia, la persona che si ama o un proprio caro o addirittura quella di perdere se stessi. Quando si sente l'ansia pervadere il nostro corpo e la nostra mente può essere davvero utile soffermarsi un attimo a chiedersi se questo stato deriva dalla paura di perdere qualcosa o qualcuno in una data situazione. Si potrebbe avvertire uno stato d'ansia dopo aver ricevuto la notizia che una persona cara si sente male oppure che il nostro capo ha deciso di licenziare qualcuno. Sapere quale è la paura nascosta in quello stato d'ansia specifico non risolverà di certo il problema in sé per sé, ma aiuterà a ragionare e a gestire la situazione in modo ottimale senza farsi prendere dal panico. Questa lucidità ti salverà da crisi molto pericolose!
"A volte, quando le persone sono sotto stress, odiano a pensare, ed è il momento in cui hanno più bisogno di pensare."
 -William J. Clinton-

4. Pensa a dove ti porterà questo stato d'animo


Quando una persona è ansiosa tende ovviamente a pensare a tutte le cose negative e a tutto ciò che potrebbe andare male tralasciando le cose belle e ciò che va bene nella propria vita. Ad un certo punto le persone che non sanno gestire l'ansia sembrano scordarsi di tutti coloro che le vogliono bene e che hanno intorno, ma anche di tutte le volte che hanno fatto esperienze belle. Per gestire correttamente l'ansia, oltre ai punti precedenti, occorre avere la lucidità e l'autocontrollo di fermarsi un attimo a chiedersi dove porterà questo stato ansioso e quali saranno i danni che ne deriveranno. Se sei una persona che ha spesso attacchi di ansia saprai bene che non portano a niente di buono e che il più delle volte le peggiori catastrofi immaginate, non accadono. Quante volte dopo aver passato un momento di forte ansia e stress ti capita di dire a te stesso la frase: "Mi sono preoccupato/a per nulla!".  Ripensa a quei momenti e a quanto avresti voluto evitare di sentirti male per delle cose che hai solo immaginato potessero accadere e che in fin dei conti erano anche assurde.
Soffermati sull'ansia e chiediti cosa succederà se ti farai sopraffare da essa 

5. Scopri il lato positivo

Forse ti chiederai cosa c'è di buono in un attacco di ansia, ma è proprio questa la domanda che devi farti quando senti dentro di te crescere questa sensazione di forte disagio e preoccupazione. Ti accorgerai che le situazioni di stress e ansia, se ben gestite, possono essere davvero positive e utili sia nel presente che nel futuro. L'ansia e lo stress ci aiutano a superare un colloquio di lavoro, a passare un esame, a trovare il coraggio di parlare con una persona per noi importante o ad aiutare qualcuno in difficoltà. Quando avrai imparato a prendere il lato positivo delle situazioni e delle persone che ti fanno sentire in ansia, quando smetterai di lamentarti e quando avrai un atteggiamento mentale positivo, allora userai la tua ansia come tua alleata imparandola a domare.

6. Pratica spesso il rilassamento

Se soffri spesso di questo disturbo, un ultimo consiglio è sicuramente di praticare spesso il rilassamento per prevenire gli attacchi di ansia. Ne esistono davvero tanti tipi, devi solo scegliere quello che più ti piace e ti ispira. Puoi rilassarti la sera facendo un mandala, puoi provare il rilassamento muscolare progressivo o fare un semplice esercizio per entrare in alfa. Ascolta della musica rilassante e libera la tua mente. Puoi provare un audio di riprogrammazione mentale o semplicemente a stare da solo in silenzio in una stanza a pensare alle cose belle della tua vita. L'importante è che prendi consapevolezza che ciò che fai lo fai per il tuo benessere e che solo tu hai la chiave della tua felicità.

Bene, eccoci alla fine di questo articolo. Al tema dell'ansia ho intenzione di dedicare più post; nei prossimi articoli, infatti, vedremo quali sono le situazioni che provocano ansia e come comportarsi con una persona ansiosa. La cosa importante e quella che sta alla base di tutto è l'amore che si ha per se stessi. Quando si vive bene e in armonia con il proprio corpo e la propria mente si gestiscono nel migliore dei modi la maggior parte dei problemi e delle situazioni ansiose. Ricordati che devi però rispettarti e farti queste promesse ogni giorno!

Ti è piaciuto l'articolo? Hai suggerimenti da proporre? Vuoi raccontarci il tuo parere o la tua storia? Fallo in un commento qui sotto e sarò lieto di risponderti! Grazie :)

Risorse per approfondire:

7 mosse per liberarsi dall'ansia

Vincere l'ansia e la timidezza

Superare l'ansia

Trasformare l'ansia

Mai più attacchi di panico e ansia

2 commenti:

  1. Ciao Aurel,
    io sono una vera esperta di attacchi d'ansia, anche se preferirei non esserlo :)
    Una cosa che ho cominciato a fare da poco e che trovo utilissima (oltre ai tuoi ottimi consigli) è di prendere distanza dai miei pensieri.
    Mi dico: hey, sono solo pensieri, non è la realtà. Ok adesso stai pensando a cose catastrofiche, ma sono solo frasi nella tua mente. Tra poco se ne andranno così come sono arrivate.
    Credo si chiami "defusione", cioè evitare di identificarsi con i propri pensieri.
    Con me funziona abbastanza bene nei momenti peggiori :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Marina!
    Grazie di aver proposto questo tuo metodo che trovo davvero efficace. Gli attacchi di ansia si gestiscono efficacemente se si prendono le giuste distanze dai pensieri negativi e ansiosi proprio come dici tu. E' un ottimo modo e sono felice che funzioni!

    Buone cose,
    Aurel Palmaccio

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento!