Come Smettere di Lamentarsi e Vivere Sereni



Le persone che si lamentano in continuazione vanno incontro a maggiori problemi di salute, il loro livello di stress aumenta esponenzialmente e rischiano la depressione, ma come mai allora continuano a lamentarsi? Io direi che è una questione di abitudine che però si può sostituire con un'altra molto più produttiva. Nell'articolo precedente abbiamo parlato dei motivi per i quali bisogna smettere di lamentarsi, in questo invece vediamo una piccola guida per smettere di farlo ed evitare le disastrose conseguenze.

Come smettere di lamentarsi e godersi la vita

1. Accettare che la vita è strana

Sembra strano ma a volte bisogna anche accettare che le cose non vanno nel modo che desideriamo. Alcune volte non dipende da noi e dobbiamo accettarlo. Se l'autobus fa ritardo e arriviamo tardi ad un appuntamento, se un docente era nervoso al nostro esame, se il nostro amico è arrabbiato e non ci saluta, si deve avere la capacità di fermarsi un attimo senza reagire d'istinto e lamentarsi di quanto gli altri o la vita siano ingiusti con noi. Alcune cose vanno in un determinato modo e non possiamo cambiare tutto in un attimo solo perché lo vogliamo. Molte cose dipendono da noi ma altre sono al di fuori del nostro controllo. Accettiamole e ripetiamoci con un sorriso "Mah, la vita è proprio strana".
“Non sopravvive il più forte o il più intelligente, ma chi si adatta più velocemente al cambiamento”. -Charles Darwin- 

2. Prendere consapevolezza di ciò che si dice e si pensa

Lamentarsi, col tempo, diventa un'abitudine e come tale si arriva ad un certo punto che non ci si fa più caso perché il comportamento diventa automatico. Ecco che ci ritroviamo a lamentarci per giornate intere di tutto e di tutti, negando persino di farlo quando qualcuno ce lo fa notare. Questo non succede perché non ce ne accorgiamo ma perché non ne abbiamo più consapevolezza; diventa insomma una cosa meccanica e di conseguenza molto pericolosa. Il secondo passo per smettere di lamentarsi è sicuramente quello di prendere consapevolezza di ciò che si dice facendo caso al proprio tono di voce, alla postura e alla reazione delle persone intorno a noi. Se gli altri ti dicono: "ma ti lamenti in continuazione", "non se ne può più di stare con te", o addirittura "mi deprime stare in tua compagnia" allora corri subito ai ripari e, se quelle persone ti stanno ancora vicino nonostante il tuo comportamento, chiedi loro di aiutarti ed essere tuoi alleati nell'acquisire la nuova abitudine di smettere di lamentarti e vedere tutto negativo.
"Devi andare il più possibile in profondità nella consapevolezza. Allora nessuno potrà illuderti poiché allora non vedrai l’apparenza, ma la realtà."
-Buddha- 


3. Assumersi le proprie responsabilità

Così come a volte bisogna accettare che delle cose non dipendono da noi, allo stesso modo bisogna assumersi le proprie responsabilità. Molte cose vanno storte perché noi non vogliamo sforzarci di cambiarle. Questo succede maggiormente a chi si lamenta in continuazione perché vedendo tutto sul lato negativo, non si crede di avere la possibilità di intervenire sugli eventi e di cambiarli. Bisogna tenere a mente che noi siamo gli artefici del nostro destino e, nonostante gli incidenti di percorso, possiamo realizzare i sogni che abbiamo nel cassetto cambiando prospettiva e smettendo di lamentarci. Quando ti ritrovi a dire: "La vita è ingiusta con me", fatti anche la domanda: " Quanto io sono responsabile in ciò che è accaduto?" Ti accorgerai che spesso la risposata sarà: "Molto!"

4. Pensare a ciò che si desidera


Se si desidera smettere di lamentarsi bisogna cambiare il proprio modo di pensare e sostituire i pensieri negativi con quelli positivi. Quando si forma un obiettivo bisogna pensare a ciò che si desidera e non a ciò che non si vuole più. E' sbagliato quindi dire: "Non voglio più vivere in questo modo" ma piuttosto "Voglio cambiare vita iniziando da subito facendo..." e realizzare un obiettivo ben formato che permetta di raggiungere ciò che desideriamo nello stato animo più produttivo possibile. Smettila di lamentarti e di pensare a ciò che va storto, pensa invece a come migliorare la situazione attuale e a ciò che vorresti accadesse.

5. Accettare il passato

Nella vita bisogna guardare avanti e accettare il passato. Sono molti i rimpianti che tutti noi abbiamo del passato. Guardando le nostre scelte passate può capitare molto spesso di rimpiangere le proprie decisioni e si pensa in continuazione a come sarebbero andate le cose se avessimo agito diversamente. Tutto questo non fa altro che farci stare male. Lamentarsi in continuazione non farà tornare indietro il tempo, non farà tornare persone andate via e non farà migliorare la nostra vita presente e futura. Se si pensa a tutte le occasioni che si sono perse, se ne perderanno altre che ci passano sotto il naso. Accetta il passato, non sto dicendo che è una cosa divertente o piacevole, al contrario, è una cosa molto dolorosa, ma solo così potrai piantare il seme per un futuro migliore, per te e per le persone che ami. Ripeti che è acqua passata, che non puoi tornare indietro e che lamentarti ti farà stare solo più male. Una volta accettato il passato poggi delle basi solide al tuo futuro.

"Nessun uomo è abbastanza ricco da poter riscattare il proprio passato."-Oscar Wilde-

6. Vivere nel presente

Vivere nel presente è l'unico modo per vivere felici, se si vive nel presente si è sereni. Vivere nel presente significa vivere attimo per attimo e istante per istante. I problemi e i pensieri negativi derivano dai rimorsi del passato o dalla paura de futuro. Se imparerai a vivere nel presente sarai più sereno, farai scelte migliori e comincerai improvvisamente ad essere felice. Vivere nel presente è un'arma potentissima per allontanare problemi, pensieri negativi e angosce. In questo modo eviterai di ammalarti di stress, ansia, e depressione; malattie che fanno molte più vittime di quanto si possa pensare e che spiccano tra le malattie principali del mondo occidentale. Chi è abituato a vivere e sfruttare il potere di adesso smette di lamentarsi, impara come smettere di rimandare e comincia a vivere serenante.

7. Programmare il proprio futuro

Se è vero che non bisogna preoccuparsi e temere per il futuro, è ancora più vero che il nostro futuro lo costruiamo con le nostre scelte. Quello che facciamo oggi, quello che programmiamo e gli obiettivi che ci proponiamo, decidono come sarà il nostro futuro. Se nel presente siamo negativi, ci lamentiamo, diamo la colpa a cose esterne, allora il nostro futuro sarà poco diverso dal presente oltre che grigio, spento e insignificante. Se invece coltiviamo la positività, ci alleniamo ad essere ottimisti sviluppiamo abitudini positive e sfoggiamo un bel sorriso, possiamo star certi che il futuro ci riserverà tante cose belle. Impara, dunque, a formare degli obiettivi corretti, a saper aspettare e vedrai che ne varrà la pena.

"Tu sei l'unico padrone della tua vita"

8. Non essere troppo severi con se stessi


Chi si lamenta è molto spesso anche duro con se stesso. Crede di non essere destinato a nulla, di non avere possibilità di scelta e per questo si deprime. La vita non è facile, questo è vero, ma questo non deve essere usato come scusa o come modo per avvilirsi. Ci vuole coraggio per reagire, ma ci vuole anche tempo e perciò, se hai deciso di non lamentarti più, non pretendere di riuscirlo a fare in un giorno e non prendertela con te stesso se ti capita di essere giù di morale. Accettati, dai il tempo alla tua mente e al tuo corpo di abituarsi a una nuova abitudine e soprattutto impara a goderti la vita.

"Amati, sei la persona con la quale passerai tutta la vita"

9. Essere grati

Le persone abituate da anni a lamentarsi fanno sempre il resoconto delle cose che non vanno bene e sorvolano in modo impeccabile su quelle che, invece, gli darebbero motivo di ricredersi. Il mio consiglio è quello di cominciare invece a fare un elenco di tutte le cose della tua vita e di te stesso che ti piacciono e che apprezzi. Scopri le cose che hai e per le quali dovresti mostrare gratitudine. Non sai da dove cominciare? Guardati intorno: sicuramente ci sono delle persone che ti vogliono bene e già questa è un'ottima ragione per essere grato, ricorda i tuoi successi anche se ti possono sembrare piccoli o insignificanti. La gratitudine è qualcosa che si impara piano piano e con la pratica quotidiana ti accorgerai che nella tua vita le cose positive superano di gran lunga quelle negative. Quando comincerai a vedere questo lato della tua vita scoprirai ottimi motivi per smettere di lamentarti. Prendi dunque l'abitudine a praticare la gratitudine ogni giorno e noterai che la tua vita assumerà un aspetto colorito e non più grigio e buio.

10. Rilassarsi

Per finire, come ultimo suggerimento, non mi resta che consigliarti di rilassarti un po', di non essere troppo teso e di non arrabbiarti sempre quando qualcosa va storto. Ricordi la prima regola? Esatto: accettare che la vita a volte è strana e bizzarra. Accettalo, rilassati e non stare a tormentarti cercando un perché ad ogni cosa. Non sto dicendo che devi accettare tutto senza muovere un dito; fai ciò che è in tuo potere, non ti arrendere, ma quando qualcosa è totalmente fuori il tuo controllo, smettila di lamentarti. Rilassati, respira e, quando ti senti troppo teso, fai qualche attività rilassante come per esempio un mandala o un esercizio per entrare in alfa. La vita è un'esperienza meravigliosa, non lasciare che le vicende negative ti rovinino questa splendida opportunità che hai di goderti la vita fino in fondo. Rilassati, tira un bel sospiro e ripetiti: "Vabbè, passerà presto".

"Si riflette troppo su ciò che si deve fare e troppo poco su ciò che si deve essere."-Maître Eckhart-

Eccoci arrivati alla fine dei miei consigli su come smettere di lamentarsi. Spero davvero ti possa essere utile. Se puoi, copiati i titoli di questi 10 punti su un foglio e attaccalo sul comodino in modo da poterlo vedere la sera prima di andare a dormire e la mattina appena sveglio. Ripeti a te stesso che ogni giorno ti proponi di seguire questi consigli per il tuo bene. Oltre a tutto questo, non dimenticare le 6 promesse da fare a te stesso ogni giorno!

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi lasciare qualche consiglio o tuo parere a riguardo? Mi farebbe piacere se lasciassi un commento qui sotto con le tue impressioni o suggerimenti. Grazie!

Risorse per approfondire:





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento!