Come Studiare e Memorizzare Velocemente? Ecco le 5 Abitudini Fondamentali



Molte persone mi hanno chiesto quali sono le abitudini di successo che deve avere chi desidera studiare e memorizzare velocemente. E' arrivato il momento di fornire ai lettori una risposta chiara ed esaustiva. In questo post ho deciso di fare le cose per bene e mi sono affidato ad un esperto nonché amico che opera da anni in questo campo.

Christian Roncarolo, autore dell'articolo che stai per leggere, insegna Metodologie di studio in istituti, corsi privati e tramite il suo sito www.comesistudia.it. Ha creato, inoltre, un innovativo metodo di studio semplice ed efficace del quale ti svelerà i segreti qui sotto. Lascio a lui la parola!

Oggi vediamo quali sono le 5 abitudini da seguire come un “mantra” per studiare, memorizzare velocemente e senza stress, anche se credi di non avere la stoffa dello studente o l'età giusta.

Ma chi ha bisogno di sapere come studiare velocemente? Risposta: “Gli studenti”. Beh, in realtà non solo loro, ma anche i professionisti, i genitori che voglio aiutare i figli, le persone con un hobby e, in generale, chiunque abbia il desiderio di veder migliorare la propria vita.

Quindi, non importa che età hai, se studi o lavori o se queste informazioni ti servono per aiutare qualcun altro; prenditi il tempo per leggere fino in fondo questo articolo, perché ti assicuro che ciò che scoprirai ti sarà utile per la tua realizzazione e, in generale, per vivere in maniera più felice.

Come fare, quindi, a studiare e memorizzare velocemente e senza stress, anche se credi di non farcela ? La risposta è semplice e la trovi spiegata per intero proprio qui sotto. Avanti, scatena la tua curiosità e la voglia di dare una svolta positiva ai tuoi risultati nello studio!

I 5 passi per studiare e memorizzare velocemente


1. Trova la Motivazione

Prima di qualunque metodo di studio, è importante che tu ti concentri sulla tua “motivazione a studiare”, ovvero il “perché” vuoi o devi imparare certe informazioni. Voglio mostrarti subito la potenza del trovare il giusto “perché”. Immagina di chiedere a due studenti diversi: “Perché studi medicina?”.

Il primo ti risponde: “Pochi anni fa ho perso una persona cara a causa di una malattia. Da allora ho deciso che da grande avrei fatto il medico, per aiutare la ricerca scientifica e le persone a trovare una cura a quelle che oggi sono considerate malattie incurabili”.

Il secondo studente, invece, ti risponde: “Studio medicina perché mio padre è medico e perché tutti si aspettano da me che io segua le sue orme. Avrei voluto studiare musica, ma questo avrebbe significato mandare all'aria tutto ciò che mio padre ha costruito anche per me”.

Come vedi tutti e due studiano medicina, ma la motivazione che sta alla base delle loro scelte è totalmente diversa e con questa anche la determinazione e la passione che i due studenti mettono nel loro studio!

Ora, per quanto io insegni metodologie di studio e questo articolo parli proprio di ciò, ci tengo a sottolineare una cosa in tutta sincerità: ho conosciuto diversi studenti e diverse persone che nella loro vita sono riuscite ad apprendere una marea di informazioni senza conoscere nessuna metodologia di studio scientifica, ma basandosi “semplicemente” sulla loro forte motivazione. La motivazione è alla base di tutto: senza non c’è possibilità di successo anche conoscendo straordinarie tecniche per studiare efficacemente.

Al tempo stesso, però, basarsi solamente sulla motivazione non è la strategia più efficace perché ti fa sprecare un sacco di tempo ed energie. E qui entra in gioco un corretto metodo di studio, che ti guida ad usare al meglio le capacità che il tuo cervello già ha, per acquisire velocemente e con meno sforzi le informazioni di cui hai bisogno.

Ricapitoliamo: il successo nello studio è dato da una forte Motivazione di base e dall'avere un metodo di studio efficace che ci consenta di usare al meglio le capacità del nostro cervello. Ora occupati di trovare la tua motivazione a studiare! Rispondi a questa domanda: perché voglio studiare … (metti al posto dei punti la materia che studierai)? 

Ripensa all'esempio degli studenti, prova a darti diverse risposte e presta ascolto a quel che provi dentro. Il giusto “perché” lo riconoscerai, perché sarà come una scintilla che sentirai accendersi dentro di te ;)

2. Crea l’ambiente giusto

Il cellulare a portata di mano, due persone che parlano e fanno brusio nelle vicinanze, la stanza poco illuminata e una sedia comoda quel tanto che basta per rilassarcisi sopra...Ecco uno dei classici esempi di situazione in cui studenti e professionisti si ritrovano a studiare (non so quanti miei corsisti, quando racconto questa scenetta, fanno cenno di “sì” con la testa…).

Per te, a partire da oggi, la situazione cambierà! 

Come lo sportivo fa sport in palestra, attorniato da gente impegnata nella stessa attività e magari con la giusta musica di sottofondo, così tu dovrai creare l’ambiente più adatto a studiare.

Siccome i posti in cui si studia sono i più disparati (casa, ufficio, biblioteca, ecc.) ecco i semplici consigli base che si possono seguire praticamente ovunque:

  • Cerca un luogo ben illuminato e possibilmente arieggiato
  • Scegli una sedia confortevole ma con lo schienale quasi a 90°
  • Metti il cellulare in muto e tienilo nella borsa o in un cassetto
  • Tieni a portata di mano gli strumenti che ti servono (libri, matita, gomma ecc.)
  • Evita posti dove c’è brusio o usa un paio di tappi per le orecchie

Un ambiente con queste caratteristiche sarà ottimale per la successiva fase di studio. 

3. Filtra le sole informazioni che ti servono


Siamo nell'era dell’iper-informazione e qualunque sia la tematica che andrai a studiare, ti ritroverai certamente a fare i conti con una montagna di dati. Come fare a capire quali ti servono e quali no? La risposta è: devi avere chiaro l’obiettivo per il quale studi.

Facciamo due esempi: 
  • Se vuoi ripulire il tuo computer da tutti i file spazzatura che vi si annidano, cercherai su internet informazioni su quale software è più adatto per aiutarti a fare la pulizia. Non ti soffermerai su come funzionano questi software, su quali modifiche andranno a fare nello specifico, ecc. Il tuo obiettivo è filtrare (= trattenere) le sole informazioni che ti servono per scegliere il giusto programma; tutto il resto di ciò che trovi scritto potrai felicemente buttarlo.
  • Se, invece, sei un appassionato di kung fu e hai appena acquistato un libro inedito di Bruce Lee, evidentemente avrai come obiettivo quello di trarre il massimo delle informazioni che il testo può darti, sia da un punto di vista tecnico che da quello di filosofia marziale, ecc. È chiaro che filtrerai molte più informazioni perché il tuo obiettivo è più “sentito”.

Hai capito come fare a filtrare? Abbi chiaro il perché stai acquisendo informazioni e seleziona le sole chi ti servono in funzione del tuo obiettivo. Durante il filtraggio usa una matita per sottolineare (se invece stai seguendo una lezione o stai studiando un video, prendi appunti sulle sole parti che ti interessano).

4.  Rielabora le informazioni e memorizzale al meglio

A questo punto hai filtrato le sole nozioni che ti servono e hai un’idea generale su tutto il materiale che andrai a studiare. Sei già a buon punto, alza la mano destra e datti una pacca sulla spalla sinistra :)

Il tuo prossimo obiettivo è quello di comprendere queste informazioni e memorizzarle… E soprattutto di fare tutto questo velocemente! È arrivato il momento di riprendere il materiale, solo quello filtrato, e di rileggerlo con calma comprendendo a fondo tutti i vari concetti. Datti il tempo necessario, leggi più lentamente, trova le risposte ai tuoi dubbi.

Fatto ciò, per ogni concetto dovrai scegliere ed evidenziare la famosa “parola chiave” grazie alla quale lo memorizzerai insieme con tutte le informazioni ad esso collegate. Facciamo un esempio per capire come funzionano le parole chiave: se io ti dico “computer”, tu sicuramente potrai farmi un breve discorso dicendomi a cosa serve, come lo usi, che programmi sfrutti di più, ecc.

La “parola chiave” non è altro che l’innesco del ricordo, dal quale poi discendono tutti i ricordi concatenati. Più l’argomento sarà per te nuovo o difficile, più avrai bisogno di un discreto numero di parole chiave per ricordarti i tanti piccoli concetti. Una volta comprese tutte le nozioni e identificate le parole chiave, potrai riportare quest’ultime all'interno di una Mappa Mentale, che è il sistema più efficace al mondo per memorizzare velocemente le informazioni e avere al tempo stesso una perfetta visione di come esse sono in relazione fra di loro. Trovi un mio articolo che ti guiderà a creare la tua Mappa Mentale cliccando qui!

5.  Ripassa, altrimenti non sarà servito a nulla studiare!

I latini avevano creato il detto “Repetita iuvant” per ricordare a se stessi che ripetere più volte le informazioni serve a memorizzarle. 

Sono passati migliaia di anni ma quella regola vale ancora oggi, esattamente come allora; l’unica differenza positiva è che, grazie alla ricerca sul funzionamento del nostro cervello, oggi sappiamo esattamente quante volte ripassare e quando farlo così da non dover sprecare tempo ed energie.

La “formula del ripasso” è semplice: per ricordare le informazioni dovrai ripassarle dopo 

  • 1 giorno
  • 1 settimana
  • 1 un mese

E se poi vorrai che quelle informazioni facciano parte della tua memoria per il resto della vita, dovrai ripeterle per un’ultima volta dopo 1 anno. Ripassare è una cosa semplice. Difficile è avere la determinazione per farlo! E questo te lo dico perché conosco bene come ragionano sia i ragazzi che gli adulti: “Non ho tempo”, “Ma sì, me lo ricorderò ugualmente, senza ripassare”... Non è così, RIPASSA… È una Legge della Natura ;-)

Bene, ti ho svelato quelli che sono i 5 passi principali per Studiare e Memorizzare Velocemente e in maniera semplice. Applicandoli otterrai notevoli vantaggi nella tua capacità e velocità di apprendere informazioni.

Ricordati però che il segreto è trasformare queste tecniche in abitudini! Diversamente, saprai solo in teoria “come studiare in maniera efficace” ;)

Ti auguro i migliori risultati,
Christian

P.S. Se ciò che hai letto ti è piaciuto e senti il bisogno di avere di più, ovvero un perCorso completo, passo dopo passo, che ti guidi a Studiare in maniera Veloce ma soprattutto senza stress, ho creato per te il Come Si Studia CAMPUS. 

Al suo interno troverai tutto ciò che devi sapere per studiare con una velocità e un’efficacia fuori dalla media e avrai inoltre la mia assistenza personalizzata, per aiutarti a mettere in pratica il metodo ai tuoi bisogni specifici. Puoi avere tutte le informazioni e scoprire quali risultati hanno ottenuto i corsisti cliccando qui.

Risorse per approfondire:


2 commenti:

  1. Caro Aurel,

    è stato un piacere scrivere questo post per te e per i tuoi Amici lettori che sicuramente ti seguono con attenzione.

    Invito te che ci leggi a lasciarci un commento per farci sapere cosa ne pensi, o se hai delle domande o perché no delle integrazioni per rendere l'articolo ancora più completo.

    Un caro saluto a tutti,
    Christian Roncarolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Christian,
      E' stato un enorme piacere per me ospitare il tuo articolo con questi preziosi consigli su come studiare e memorizzare velocemente. Grazie ancora per l'ottimo lavoro che svolgi nell'aiutare le persone in questo affascinante campo.

      A presto,
      Aurel Palmaccio

      Elimina

Lascia qui il tuo commento!